Corso di Delphi

Uno sguardo all'ambiente e cenni di programmazione

 

Delphi è un'ambiente di sviluppo.

Che cosa significa questo?

Significa semplicemente che,  utilizzandolo, si hanno a disposizione tutti gli strumenti necessari per realizzare una  applicazione o un programma in ambiente Windows.
La differenza tra applicazione e programma (molto sottile) la vedremo tra non molto.
Intanto vorrei introdurvi all'argomento "programmazione" in modo più generale prima di passare ad analizzare la programmazione in Delphi.

Cosa significa realizzare un programma o  una applicazione?

Significa semplicemente mettere insieme varie istruzioni in linguaggio di  programmazione e compilare il sorgente. Per "sorgente" si intende il file che contiene le istruzioni. Per "compilare", si intende il processo di traduzione di un sorgente in un file eseguibile. Per  "linguaggio di programmazione", si intende un modo di "impartire" i comandi al computer.
Il linguaggio di programmazione su cui si basa Delphi si chiama Object Pascal. Esso deriva  direttamente dal Turbo Pascal di cui sostanzialmente ne è una evoluzione. Infine un file eseguibile è un  file indipendente capace di effettuare operazioni (per semplicità, quelli con estensione .EXE). 
Esistono molti diversi linguaggi di programmazione nel mondo, tra cui i più noti sono C/C++, Visual  Basic, Small Talk, ADA, Fortran, Cobol, ecc. Ognuno di questi linguaggi è adatto ad un determinato scopo, altri sempre nella lista (come il Visual Basic, ad esempio, ed a differenza del Fortran ) sono  detti "general purpouse" perché consentono maggiore versatilità di utilizzo.

L'Object Pascal, come tutti  gli altri linguaggi, ha delle convenzioni che devono essere tassativamente seguite, pena l'impossibilità di realizzare software funzionante.
Dovete considerare un linguaggio di programmazione molto simile ad un linguaggio naturale con le sue regole e le sue eccezioni. Con le sue "frasi fatte" e i suoi talvolta  misteriosi costrutti. In genere nei linguaggi di programmazione si usa il modo del comando ("Fai, Leggi,Scrivi, ecc.)  nelle  istruzioni il che, per quanto non troppo cortese, rende tutto più semplice.
La lingua naturale in cui si scrivono le istruzioni Object Pascal è l'inglese (come del resto in quasi tutti i linguaggi di  programmazione). Il mio consiglio è quello di scrivere sempre tutto il sorgente in inglese al fine di evitare disarmonie nello stesso. Come vedremo più avanti, infatti, i sorgenti possono diventare molto grandi e di difficile lettura. Ecco perché conviene sempre rispettare questo mio consiglio.
Inoltre, scrivere i sorgenti in inglese ne rende più facile la fruizione da parte di stranieri in un mondo sempre  più internazionale almeno in questo campo. Ho avuto infatti modo di vedere in Italia molti colleghi stranieri lavorare con me e naturalmente i sorgenti dovevano essere in inglese. Quindi prendete l'abitudine di fare così perché poi sarà una cosa che vi ritroverete dopo.

Adesso vediamo un pò la struttura di un programma Object Pascal. Ecco come appare uno "scheletrico" programma:

  // Intestazione del programma
  Program ILNomeDelMioProgramma;
   
  (* Clausola opzionale *)
  [ uses LaMiaUnit; ]
     
  { Corpo principale del programma }  
  begin
  end.

Prima di procedere nella disamina di quelle righe di codice, vorrei però introdurre alcuni termini molto usati nella programmazione in generale ed in quella Delphi in special modo.
I termini che vi spiegherò sono il termine compilazione, run-time, design-time, applicazione e listato. Sono termini apparentemente estemporanei ma accomunati da un filo conduttore: sono tutti importantissimi. Il perché di questa importanza, lo scoprirete adesso.
Che significa "compilare"?
Innanzitutto diciamo che la compilazione è un processo che traduce un file sorgemte in un file eseguibile.

Un sorgente è un file contenente le istruzioni, un file eseguibile è un file che può, appunto, essere eseguito da Windows (in genere un file con estensione Exe).
Run-time, invece, è un termine che indica il momento di esecuzione di un software (per intenderci, da quando un software viene avviato finché non viene chiuso).
Design-time indica il momento in cui il software viene scritto( le istruzioni vengono digitate sulla tastiera ).
Una applicazione è un file eseguibile con estensione EXE.
Un listato, infine, è un modo per indicare un sorgente in quel momento visibile (su carta, video o in qualsiasi altro modo). Quello riportato un pò più su, ad esempio, è un listato. Sorgente e listato, dunque, sono due termini complementari, termini che in definitiva indicano la stessa sostanza ma sotto aspetti diversi.. Quando si parla di sorgente ci si riferisce al file che contiene il listato. Da notare che fanno parte del listato anche i commenti.

Ora, visto che in fondo sono un pò cattivo, vi saluto ed il listato lo analizzeremo nella prossima lezione.

 

Torna all'indice Generale del corso di Corso di Delphi di Software Planet