Corso di Visual Basic

Le variabili

 

Eccoci arrivati alla prima lezione di programmazione vera e propria!

Le variabili
Anche Visual Basic, come tutti i linguaggi di programmazione, prevede l'uso delle variabili.
Una variabile è un luogo di memorizzazione temporanea per i dati del programma a cui esso può accedere grazie a un nome assegnato in fase di creazione.
Si possono utilizzare più variabili all’interno del codice ed esse possono contenere diversi tipi di dati quali numeri, lettere, date o addirittura oggetti.
Solitamente prima di utilizzare una variabile occorrerebbe crearla; questa prassi è obbligatoria in quasi tutti i linguaggi, mentre Visual Basic, essendo poco “pignolo” ci permette anche di non farlo.
Il consiglio è comunque quello di impostare una maggiore rigidità per avere più controllo in fase di compilazione e quindi evitare errori di distrazione: abilitando la voce “Dichiarazione di variabili obbligatoria” nel menù Strumenti, Opzioni.

Dichiarazione di una variabile
Per dichiarare una variabile occorre utilizzare l’istruzione Dim, che presenta la seguente sintassi:

Dim <nome> [As <tipo>]
in cui <nome> rappresenta il nome da assegnare alla variabile e <tipo> rappresenta il tipo di dato che la variabile conterrà.
Non è obbligatorio specificare un tipo di dato, ma è consigliabile farlo per ottimizzare l’impiego delle risorse.

Esempio:
Dim Importo as Integer

Regole di assegnazione del nome di una variabile
Il nome di una variabile deve essere costituito da una sequenza di caratteri alfabetici o numerici nel rispetto delle seguenti regole:
- deve iniziare sempre con una lettera
- non può contenere spazi
- può contenere al massimo 256 carattere
- non deve essere una parola chiave, il nome di una proprietà o di un oggetto di Visual Basic
- può contenere il carattere _ (underscore)
- non vi è differenza tra maiuscole e minuscole (la variabile Somma è anche SOMMA)

Esempi di nomi corretti: Somma_Num, Stringa1, TOTALE
Esempi di nomi errati: 1Totale, Data Pagamento, Print, You&Me, _Totale

Tipi di dato in Visual Basic
Abbiamo detto che è consigliabile, anche se non obbligatorio dare un'indicazione del tipo di dato da creare. Visual Basic prevede numerosi tipi standard.
I più utilizzati sono:
- byte  tipo numerico intero senza segno compreso nell’intervallo da 0 a 255
integer usato per rappresentare numeri interi (con segno) compresi fra -32768 a 32767
- string che può contenere delle sequenze di caratteri (stringhe) a lunghezza variabile oppure a lunghezza fissa
- long  per numeri interi compresi fra -2,147,483,648 e 2,147,483,647,
- single e double, con cui è possibile memorizzare numeri reali a singola o a doppia precisione
- boolean, tipo logico che può assumere il valore TRUE o FALSE (vero o falso)
- date, in cui è possibile memorizzare  data e ora
- variant, tipo universale che può contenere dei dati di qualsiasi formato

Se una variabile non è dichiarata, la sua creazione avviene la prima volta in cui si fa riferimento ad essa.
In assenza di dichiarazione (dichiarazione implicita) oppure in caso di dichiarazione senza la specifica del tipo, Visual Basic considera il tipo di dato della variabile come Variant (con conseguente spreco di risorse), a meno che si utilizzi un carattere identificatore di tipo alla fine del nome della variabile.
I principali identificatori di tipo sono i seguenti:

$  per String
% per tipo di dato Integer
 & per tipo di dato Long
 !  per tipo di dato Sigle,
 
#  per tipo di dato Double

Ad esempio, è possibile creare una variabile di tipo numerico intero ed assegnarle un valore  scrivendo le due seguenti istruzioni
Dim Importo as Integer
Importo = 1000
oppure con la sola dichiarazione implicita
Importo% = 1000

Assegnazione di un valore ad una variabile

Per assegnare un determinato valore ad una variabile, occorre utilizzare l’operatore =, lo stesso che abbiamo utilizzato per cambiare i valori delle proprietà delle form e dei controlli.

Dim MyVar as string
MyVar=“Ciao”


Variabili locali

Le variabili possono essere create all’interno di una procedura di evento. In tal caso si chiamano variabili locali in quanto nascono all’atto della dichiarazione e vengono distrutte dopo l'esecuzione dell'ultima istruzione.

Private Sub Command1_Click()
 Dim Messaggio As String
 . . .
End Sub


Per fare in modo che il loro valore sia conservato durante tutta l’esecuzione del programma e che siano visibili anche dentro ad altre procedure occorre creare variabili diverse che studieremo nella seconda parte di “Le variabili”.
Dunque non mancate alla prossima lezione!!

 

Torna all'indice Generale del corso di Corso di Visual Basic di Software Planet