Corso di Macromedia ActionScript

Massimo controllo degli oggetti? Usa i TARGET !!

 

Obiettivo di questa lezione è imparare ad utilizzare questi utilissimi strumenti per far si da  poter gestire con pìù facilità e controllo gli oggetti nel nostro filmato.
Se vorremo, infatti, associare un’azione complessa e specifica ad un oggetto, basterà associare ad esso un obiettivo o semplicemente un target!

E’ importante sottolineare che è possibile definire con target i soli filmati o i simboli a cui sia stato assegnato come comportamento quello di clipfilmato (vedi corso di Flash).

Ho preferito anticipare questa lezione sui target perché saranno molto spesso accennati ed utilizzati nelle prossime lezioni…E’ il caso, quindi, che iniziate a prendere un po’ di confidenza.

Ok, cerchiamo di imparare adesso cosa sono i target e come si usano.

Un target è in pratica un percorso che può essere assegnato ad un filmato o ad un clip filmato in modo che, durante la scrittura delle azioni, si possa definire un comportamento semplicemente indirizzando il target verso questa clip.
Ok, mi direte, fin qui tutto chiaro! Ma…come facciamo ad impostare un target ed associargli un’azione se non sappiamo neanche come si chiama…Ops! Il solito sbadato. E’ semplice, il nome da dare al nostro target è semplicemente quello che si assegna al nostro clip filmato dopo averlo inserito nello stage.

Per fare questo quindi dovremo:

> Selezionare il nostro clip filmato e trascinarlo nell’area di lavoro fino al punto in cui vorremo.

> Rilasciare il pulsante del mouse. A questo punto vedremo il nostro clip contornato da un rettangolo azzurro.

> Per associare ad esso un nome, basterà inserire nella finestra istanza il nome che vorremo associare.

Tips & Trick! Conviene associare al nostro clip, un nome il più attinente e piccolo possibile in modo da poter facilmente sia ricordarlo che richiamarlo nella scrittura delle nostre azioni.

Ora, per poter imparare ad utilizzare correttamente questi target è importante imparare ad utilizzare un altro strumento di Flash tanto piccolo quanto importante: il Punto.
Questo serve a far passare di livello il target.

Infatti, ad ognuno dei nostri clip viene associato un livello. Supponiamo di creare un clip filmato e di inserirlo nello stage del filmato principale. Ecco, questo avrà il primo livello.
Se avessimo invece posto un clip filmato all’interno di un altro, questo avrebbe avuto un livello secondario.

Quindi, per poter definire correttamente un target è importante sapere bene dove il nostro oggetto si trovi e bisogna scrivere tutto il percorso che conduce dal movie principale ad esso.
Per esempio, supponiamo di aver fatto un clip filmato, di averlo chiamato Claudio e di averlo posto nel livello principale.
Per richiamarlo, dovremo inserire come target: _root.Claudio o _level0.Claudio (­­_root e _level0 indicano che si sta partendo dal filmato principale o livello 0).
Se avessimo invece creato un altro clip filmato definito FlashMaster e lo avessimo posto nel clip Claudio, per richiamarlo, avremmo dovuto inserire come target: _root.Claudio.FlashMaster o _level0.Claudio. FlashMaster.

Se avessimo posto, infine, un clip filmato all’interno di un filmato esterno, per richiamarlo avremmo dovuto associare come target _level1.Nome_Clip_Filmato.
In generale avremmo dovuto scrivere _leveln.Nome_Clip_Filmato a seconda del livello in cui si trovi il nostro filmato esterno.
Bene, anche per oggi è tutto, so che la cosa forse vi sembrerà complicata ma, una volta imparata bene, vi permetterà di ottenere un maggiore controllo e funzionalità dei vostri filmati.
Good Luck!

 

Torna all'indice Generale del corso di Corso di Macromedia ActionScript di Software Planet