Corso di Macromedia Dreamweaver

Pianificazione ed Impostazione del Sito (1)

 

Affrontiamo oggi un interessantissimo argomento che sarà riproposto e completato nella prossima lezione: la pianificazione e l’impostazione del nostro sito.
Dreamweaver, infatti, è capace di offrire un ottimo supporto sia per lo sviluppo sia per la pubblicazione dei nostri lavori.
Esso incorpora un'interfaccia di gestione che permette di creare verificare e modificare i collegamenti ipertestuali fra i diversi files che lo compongono.
Ha in se anche una praticissima funzione FTP. Questa permette di pubblicare direttamente i files sul server che ospita il nostro sito in seguito all’immissione dell’ID e della password.

Lanciando Dreamweaver per la prima volta, il programma ci chiederà di creare il sito in locale.
Questa funzione definirà una cartella sul nostro hard disk dove poter porre tutti files del lavoro che staremo svolgendo.
Questo è appunto quello che significa creare il nostro sito in “locale”.

Volendo invece crearne un altro, o spostare lo stesso in un’altra cartella, dovremo selezionare Site e scegliere il comando Define Sites per scegliere fra i siti già presenti nella lista il sito locale sul quale andare ad operare.
Per il Macintosh si accede utilizzando i medesimi comandi.

Una volta selezionata una delle voci precedenti si aprirà una finestra di dialogo contenente diverse opzioni tra le quali Local Info, che visualizza i campi per il nome del sito, l’URL d’appartenenza e la directory all’interno del nostro hard disk in cui è presente in locale, altre opzioni riguardanti informazioni sul tipo di accesso remoto (Web Server Info), la scelta del tipo di connessione da usarsi per il trasferimento dei documenti, la possibilità di definire un’home page per il sito alla voce Site Map Layout ed i parametri di visualizzazione della mappa sito.
Ricordo che per default è definito come home page il file index.htm o index.html se esistente.

Nel campo Site Name dovremo inserire il nome che avremo prescelto. Questo dovrà essere esplicativo perché è con questo che il programma lo identificherà ed è quindi con questo che potremo risalire ad esso.

Inseriremo nel campo HTTP Address il percorso come URL poiché gestiremo un sito posto su un server web remoto. Selezionando poi la casella di opzione Cache consentiremo a Dreamweaver di portare memoria dei cambiamenti apportati sul sito in modo da ottimizzarne la gestione.
 
Una volta deciso dove porre i nostri files, premendo OK si passerà direttamente alla modalità di visualizzazione.
Qui sarà possibile controllare le cartelle inserendone di nuove e spostando i files secondo le nostre necessità.
Converrà tenere il tutto ordinato in modo da sapere sempre dove trovare quello che c’interessa. Consiglio di porre tutte le immagini insieme e così via per gli altri tipi di files. Una suddivisione in sezioni, inoltre, renderà il lavoro di aggiornamento più semplice e preciso.

Converrà inoltre tenere una cartella provvisoria di files temporanei durante le realizzazioni delle cosiddette “prove” :)
In tal modo, saremo in grado di poter accedere con facilità ad ogni documento e di permettere ad un altro webmaster (che magari vorrà aiutarci nella realizzazione) di non dover desistere prima di dare il suo supporto!

Per la creazione di nuove cartelle dovremo pensare di lavorare con un tool simile al nostro "gestione delle risorse"!
Bene, spero che per il momento non ci siano problemi.
Nella prossima lezione continueremo ad analizzare altri componenti e funzioni per la pianificazione e l’impostazione del nostro sito.

 

Torna all'indice Generale del corso di Corso di Macromedia Dreamweaver di Software Planet