Corso di Autocad

..e ancora linee

 

Come per tutte le cose, anche per disegnare una linea in autocad c’è più di un modo. Si tratta di stabilire qual’ è quello più adatto a noi in quel momento. Può darsi che ci serva unire dei punti individuati da coordinate cartesiane oppure che dobbiamo usare quelle polari, oppure dobbiamo semplicemente ricostruire un rilievo o impostare un disegno partendo da zero. Insomma di una cosa si può essere sicuri: qualunque sia il nostro problema sull’argomento, lo risolveremo senz’altro.
Potrebbe sembrare banale come argomento, invece, vi garantisco che imparando a disegnare una linea  abbiamo in mano il programma.
Dal prompt dei comandi scriviamo line poi 10.5,10 e 20.8,20.5 . Usciamo dal comando. Probabilmente il segmento che abbiamo sul nostro schermo è troppo piccolo per poter essere apprezzato quindi vediamo di ingrandirlo con zoom (sempre al prompt) seguito da “w” per la versione inglese oppure “f” per quella italiana (mentre per i comandi principali come ho già detto, basta anteporre il simbolo “_”, per le opzioni dei relativi non esiste questa scorciatoia ma devo dire che sono molto intuitivi, specie quelli in italiano per cui mi riferirò sempre a quelli in inglese.

Lo zoom è uno strumento che si usa spessissimo, bisogna conoscerlo bene. L’opzione sicuramente più utilizzata è quella che abbiamo scritto sopra. Si individua la parte da ingrandire creandoci intorno una finestra o “window” che ce la riporta in primo piano.
Consideriamo che la zoomata di autocad è virtualmente infinita per cui possiamo avere un disegno enorme ridotto ad un pixel ed inserito all’interno di un altro disegno e così via finchè la memoria (sia la vostra che quella del pc) ci assiste.
Se abbiamo ingrandito la linea fino a portarla in primo piano, possiamo fare un list su di essa per avere la conferma che le coordinate dei vertici siano quelle che abbiamo effettivamente indicato. Notiamo il fatto che le coordinate cartesiane debbano essere scritte usando il punto per indicare i decimali e la virgola per separare le x dalle y, quindi nel formato x.x,y.y. 

Continuiamo con il comando line, ricordiamoci che per ripartire dall’ultimo vertice basterà rispondere alla richiesta di un nuovo vertice con un invio, poi scriviamo  100,50. Probabilmente il secondo vertice si trova al di fuori del campo visivo. Nulla di preoccupante. Ridiamo zoom e come opzione scriviamo “all” per l’inglese o “tutto” per l’italiano. Come facilmente intuibile questa opzione ci consente di vedere l’intero disegno ed è anche essa molto utilizzata. Se volessimo tornare indietro al comando zoom facciamo seguire una “p” che vale per entrambe le versioni, col quale si torna allo zoom precedente.
Naturalmente l’utilizzo delle coordinate per disegnare è un evento abbastanza raro. Nella maggior parte dei casi, con ogni probabilità ci interesserà disegnare linee ortogonali di una data lunghezza.
Abbiamo già visto come si imposta un disegno ortogonale tramite la funzione F8 che attiva l’opzione “ortho”.

Abbiamo anche visto che spostandoci dall’origine nelle quattro direzioni obbligate, è sufficiente scrivere la lunghezza del segmento perché autocad la riporti sullo schermo.
Nella stragrande maggioranza dei casi si utilizza questa modalità di disegno.  Possiamo però ottenere un risultato simile utilizzando lo snap.
Scriviamo snap e leggiamo la stringa di risposta. La cosa che in questo momento interessa è quel numero riportato tra i simboli < >, scriviamo 10 e diamo invio.
Ora muovendo il cursore sul piano di lavoro noteremo che ha un movimento a scatti. Diamo uno sguardo in basso a sinistra dove autocad riporta le coordinate e notiamo che al contrario di quanto avveniva prima ora hanno sempre numeri interi. Se non vediamo nessun numero che indica le coordinate o lo vediamo in grigio significa che sono disattivate, per attivarle usiamo il tasto F6.

In pratica lo snap, imposta un movimento minimo obbligato del puntatore. Abbiamo visto che la grandezza è impostata da noi e può essere un numero qualsiasi.
In genere per comodità si imposta sull’unità minima di lavoro. Se lavoriamo in grande scala e con un approssimazione di un metro, lo impostiamo ad 1 , se al contrario lavoriamo con i millimetri lo imposteremo a 0.001. Utilizzato in combinazione con il monitoraggio coordinate che abbiamo appena visto, consente di disegnare con grande rapidità e precisione.
Per ora ci fermiamo. La prossima lezione sarà dedicata alle impostazioni generali, ci consentiranno di avere il controllo dell’ambiente in cui lavoriamo.

 

Torna all'indice Generale del corso di Corso di Autocad di Software Planet