Corso di Corel Draw

Introduzione a Corel Draw

 

Salve a tutti,
Giunto alla sua decima edizione, CorelDraw non è solo un programma di grafica, ma una vera e propria suite di applicativi che si rivolge in modo particolare ai grafici professionisti, ma grazie alla semplicità di utilizzo può essere utilizzato anche da persone meno esperte, che non sfrutteranno le funzioni più sofisticate ma avranno comunque la certezza di contare su un prodotto completo ed efficiente.
CorelDraw è basato sulla grafica vettoriale, ma prima ancora di dedicarmi all’approfondimento dei suoi aspetti devo fare una piccola parentesi per spiegare cosa vuol dire grafica vettoriale.
Innanzitutto il mondo della grafica è suddiviso in due grandi anime: quella cosiddetta "vettoriale" e quella "bitmap" o "raster".

Disegno Vettoriale
Nella mente di alcuni di voi la parola vettore probabilmente farà venire la pelle d’oca … non vi preoccupate, anch’io la matematica non l’ ho mai digerita e ringrazio CorelDraw che si occupa di tutto quello che io non ho imparato sui banchi di scuola. Il disegno Vettoriale è in effetti un disegnare di tipo matematico.
Facciamo un esempio pratico: aprite CorelDraw e cliccate sullo strumento Mano Libera ;
Cliccate in un punto e successivamente click in un secondo punto e vedrete apparire una linea sul foglio di lavoro che li congiunge.
Ma come viene memorizzata la linea dal programma di grafica?
Se si tratta di un programma vettoriale (come CorelDraw) la linea sarebbe considerata come un oggetto “Linea



Oppure prendiamo l’esempio di un cerchio. Se tracciate un cerchio il programma registrerà le coordinate del centro del cerchio e la lunghezza del suo raggio:



Il programma non ha bisogno di memorizzare ogni singolo punto dell’oggetto.Risulta facile capire che nel caso in cui volessimo ingrandire il cerchio, l’applicazione non fà altro che aumentare le dimensioni del raggio, se successivamente noi decidessimo di spostarlo, il programma aggiornerebbe il valore del centro del cerchio.

Disegno Bitmap

Ok, fino a qui ci siamo arrivati; ora invece supponiamo di utilizzare un programma di grafica bitmap per tracciare la linea o il cerchio visto sopra.
La tecnica  "bitmap" o "raster" memorizza tutti i punti intermedi che compongono la linea, nel caso del cerchio invece,non verranno memorizzati centro e raggio ma tutti i punti che ne costituiscono la circonferenza.
Vi renderete subito conto della differenza di informazioni che vanno memorizzate nel formato bitmap, in quanto la semplice linea va memorizzata in ogni singolo punto nel formato:
0,1 bianco
0,1 bianco
……….
1,0 nero
1,1 nero
1,2 nero
………..
ecc.

Lo spostamento dell’oggetto sarà un’operazione molto difficile, poichè il programma non considera l’oggetto in quanto tale ma memorizza un insieme di punti .Ciò a scapito della dimensione dell’immagine.
Un rettangolo alto 500 punti e largo 600 punti comporterà la memorizzazione di 300.000 punti (600x500).

Questa caratteristica di memorizzazione dà luogo ad uno dei più grandi difetti dell’immagine bitmap:
la sgranatura.
Se provate a zoommare un immagine bitmap ( .bmp ), vi renderete conto che il contorno ed i tratti dell’immagine hanno la tendenza a sgranare e a dare quell’effetto pixel quadrato in alcuni punti:

Normale                     Zoom al 300%
Notate la sgranatura dell’immagine ingrandita del pinguino.

Vettoriale o Bitmap?
Voi vi chiederete: ma non è uno svantaggio usare la tecnica bitmap?
Io vi rispondo che  dipende dal tipo di risultato grafico che volete ottenere.
Se il vostro lavoro sarà incentrato nel disegno tecnico , meccanico o architettonico avrete bisogno per forza di un programma vettoriale, quale CorelDraw e come lui altri programmi quali Macromedia Freehand  o Adobe Illustrator o 3dStudioMax  ( e tutti gli strumenti di modellazione tridimensionale simili ).
Se invece il vostro campo è il fotoritocco, dovrete usare un programma di grafica bitmap.
Riuscireste a concepire un disegno di un’aurora boreale o il volto di un neonato tradotti in entità geometriche?
Questo è proprio il caso in cui è necessario registrare ogni singolo punto ( e quindi dettaglio ) dell’immagine.
E questo può essere fatto con programmi quali CorelPhoto Paint , il programma di grafica bitmap a corredo con la suite di CorelDraw che tratterò nel corso affiancato, oppure con  applicazioni come Adobe PhotoShop, PaintShop Pro  e decine di altri ottimi prodotti sul mercato.

Corel Draw  offre un’ incredibile varietà di strumenti di disegno e di editing che permettono di far fronte a quasi ogni tipo di esigenza,compresa la realizzazione di montaggi grafici tra immagini bitmap ed oggetti vettoriali.
Nella prossima lezione vi parlerò della Suite Grafica del Pacchetto CorelDraw 10, e di come installare  tutti gli strumenti che compongono questa suite.

Alla prossima lezione

 

Torna all'indice Generale del corso di Corso di Corel Draw di Software Planet