Corso di Perl

Installare Linux in due puntate

 

Cos'è Linux?

Linux è un sistema operativo, cioè un software della stessa categoria di Windows: è il programma che parte per primo, e permette a tutti gli altri di funzionare.
Più precisamente, Linux è la più riuscita versione per PC del sistema operativo Unix, sviluppato negli anni '70 per i computer del tempo e rivelatosi poi il sistema operativo più usato in ambito universitario e nelle mega-aziende. I PC sono invece nati con piccoli sistemi operativi, come il DOS, molto meno capaci. Linux è un tentativo di affermare una presenza Unix sui PC.

Installare Linux

Per prima cosa, desidero mettere in chiaro che, per poter seguire il corso di Perl, non è necessario installare Linux. Sto facendo questa digressione solo perché la ritengo interessante per una buona percentuale di lettori, e comunque in tema col corso (grazie al legame tra Perl e Unix). Se non avete voglia di imbarcarvi in un'operazione che, per quanto molto più facile rispetto a qualche anno fa, richiede comunque una certa attenzione per non combinare disastri (tipo la perdita di tutto ciò che avete sul disco fisso), saltate pure questa parte. Se invece siete tipi curiosi e avventurosi, e avete voglia di sperimentare un computer diverso da quello che avete usato finora, buttatevi!

Vi devo però avvertire, che non posso fare entrare in una lezione un intero corso di installazione e uso di Linux, perché non basterebbe un libro intero. Posso solo darvi le informazioni basilari, e delle linee generali di comportamento. Sta a voi, con la vostra intelligenza informatica, scoprire quello che non ho il tempo di descrivere e risolvere i problemi che potreste incontrare. La regola più importante da seguire, giocherellando con cose "importanti" come l'aggiunta e la rimozione di sistemi operativi, è di sapere cosa si sta facendo.

Altra cosa da sapere è che di Linux ne esistono decine di versioni, chiamate in gergo distribuzioni, ognuna diversa in qualche aspetto (in particolare, la facilità di installazione…). Tutte mantengono però la stessa base e quasi le stesse funzionalità. Potete trovare numerose distribuzioni in edicola, sui CD offerti in regalo da molte riviste di computer. Tali distribuzioni, proprio perché gratuite, non comprendono un manuale cartaceo. In genere potete trovare un articolo al riguardo dentro la rivista, e molti files di aiuto nel CD stesso. Se volete, potete comprare una distribuzione ufficiale, con scatola, manuale e CD pieni di extra in libreria o in un negozio di computer, ma i prezzi possono anche superare le 100.000 lire.

Perciò, vi consiglio di trovare in edicola un CD con sopra la Red Hat oppure il Caldera OpenLinux, che sono a mio avviso le due distribuzioni più semplici per chi inizia.

Ok, basta con le avvertenze. Per prima cosa, bisogna decidere se dedicare il vostro PC a Linux, oppure farlo coesistere con Windows. Nel primo caso, l'installazione è semplice: inserite nel lettore CD la vostra distribuzione, dategli il via e ditegli di cancellare tutto e installarvi il Linux completo.

Se invece non volete buttare via Windows insieme a tutti i programmi che state usando adesso, occorre partizionare il disco fisso, cioè dividerlo in due o più sezioni, chiamate partizioni. Il problema è che, con tutta probabilità, adesso avete sul disco fisso una sola partizione, tutta dedicata a Windows. E modificare la dimensione di questa partizione non è semplicissimo. Avete due scelte: cancellare lo Windows che avete adesso, ripartizionare “a mano” il disco con almeno due partizioni diverse, installare Windows nella prima e Linux nella seconda. Oppure scaricare il programma Partition Magic (http://www.powerquest.com/partitionmagic/index.html, shareware), che restringerà la vostra partizione Windows facendo spazio per la seconda.

Modificare la dimensione di una partizione è una faccenda pericolosa, e ovviamente né io né gli autori di Partition Magic si assumono alcuna responsabilità se non funziona e non riottenete la vostra partizione intatta.

Nel caso abbiate deciso di ripartizionare il disco a mano, la procedura è questa: riavviate il sistema in modalità MS-DOS, e date il comando “fdisk”. Probabilmente apparirà una lunghissima domanda sul supporto per unità più grandi di 512 mega, alla quale risponderete senz’altro di sì. Avrete quindi davanti un menù di scelte. Scegliete quella che suona come “Elimina partizione”, ed eliminate tutte le partizioni che avete (ce ne dovrebbe essere solo una). Quindi, tornate al menù iniziale e create una partizione DOS primaria, ma senza riempire il disco. Usatene il 50%, o comunque lo spazio che volete riservare a Windows. Uscite da fdisk, riavviate il computer e reinstallate Windows.

A questo punto siete pronti per installare Linux, aspette però solo il tempo di leggere la seconda parte.

 

Torna all'indice Generale del corso di Corso di Perl di Software Planet