Corso di PHP

Gli operatori - Parte II

 

Continuiamo la nostra carrellata sugli operatori disponibili per un programmatore PHP riprendendo dagli operatori sui bit.

Operatori sui bit
Gli operatori di questo genere permettono di modificare il valore di alcuni bit all’interno di numeri interi. Come per gli operatori visti finora, anche il funzionamento di quelli appartenenti a questa classe risulta esser molto intutivo.

Sono in tutto 6 e comprendono un operatore unario:
L’operatore NOT, simbolo ~, che setta all’interno dell’intero restituito come risultato tutti i bit che nell’operando non erano settati e viceversa.

e cinque operatori binari
L’operatore AND, il cui simbolo č la “E commerciale” (&), setta all’intero risultante tutti i bit la cui posizione in entrambi gli operandi č occupata da bit di valore 1.
L’operatore OR, il cui simbolo č il carattere “pipe” (|), setta all’intero risultante tutti i bit la cui posizione in almeno uno degli operandi č occupata da bit di valore 1.
L’operatore XOR, simbolo ^, setta all’intero risultante tutti i bit la cui posizione in almeno uno degli operandi ma non in entrambi, č occupata da bit di valore 1.
L’operatore di shift a sinistra, simbolo << (es. $a<<$b), che ha come effetto quello di assegnare alla stringa risultante i bit dell’operando a sinistra dell’operatore fatti scorrere verso sinistra tante volte quanto č il valore dell’operando a destra dell’operatore (effettuare uno shift verso sinistra equivale a moltiplicare per due).
L’operatore di shift a destra, simbolo >> (es. $a>$b), che ha come effetto quello di assegnare alla stringa risultante i bit dell’operando a sinistra dell’operatore fatti scorrere verso destra tante volte quanto č il valore dell’operando a destra dell’operatore (effettuare uno shift verso destra equivale a dividere per due).

Operatori di confronto
Gli operatori di confronto vengono utilizzati per effettuare la comparazione tra i valori assunti da due differenti variabili; sono in numero di nove, di questi otto sono operatori binari, mentre uno č un operatore ternario. Comprendono:
L’operatore di uguaglianza, simbolo ==, restituisce TRUE se l’operando di destra ha un valore uguale a quello di sinistra.
L’operatore di disuguaglianza, simbolo !=, restituisce TRUE l’operando di destra ha un valore diverso da quello di sinistra.
L’operatore di identitā, simbolo ===, restituisce TRUE se l’operando di destra ha un valore uguale a quello di sinistra e sono dello stesso tipo.
L’operatore di non identitā, simbolo !==, restituisce TRUE se l’operando di destra ha un valore diverso da quello di sinistra o non sono dello stesso tipo.
L’operatore di maggioranza stretta, simbolo >, restituisce TRUE se l’operando di sinistra č maggiore di quello di destra.
L’operatore di maggioranza, simbolo >=, restituisce TRUE se l’operando di sinistra č maggiore o uguale a quello di destra.
L’operatore di minoranza stretta, simbolo <, restituisce TRUE se l’operando di sinistra č minore di quello di destra.
L’operatore di minoranza, simbolo <=, restituisce TRUE se l’operando di sinistra č minore o uguale a quello di destra.
L’operatore ternario, simbolo “?”, opera come nel Linguaggio C e in molti altri linguaggi e viene utilizzato per l’esecuzione condizionata di due diverse espressioni; per esempio il codice:

espressione1 ? espressione2 : espressione3;

sta ad indicare che se espressione1 č vera bisogna valutare espressione2, in caso contrario occorre valutare espressione3.

Attenzione: gli operatori di “identitā” e “non identitā” sono presenti solo a partire dalla versione 4 di PHP.

Operatori per il controllo degli errori
Questa classe comprende in realtā un solo operatore, il cui simbolo č @. Quando questo operatore viene preposto ad una qualsiasi espressione ogni messaggio d’errore generato da quell’espressione verrā ignorato. Per esempio se lo script contenente il seguente frammento di codice:

<?php
…
$db = @mysql_connect ("MyHost", "MyUsername", "MyPassword");
…
?>


Dovesse fallire la connessione al database, nessun messaggio d’errore comparirebbe sul browser del visitatore del nostro sito.

Se la direttiva track_errors del file php.ini č settata allora ogni messaggio d’errore generato dall’espressione verrā salvato nella variabile globale $php_errormsg.

Attenzione: la variabile $php_errormsg verrā soprascritta ogniqualvolta un nuovo errore verrā generato. Se ne tenga conto nel caso in cui si abbia la necessitā di utilizzarla.

 

Torna all'indice Generale del corso di Corso di PHP di Software Planet