Corso di Corel Draw

Strumento a mano libera e linea

 

Lo strumento mano libera è lo strumento più semplice da utilizzare in CorelDraw: basta selezionare l’icona , o eventualmente selezionare la bandierina della quarta icona sulla barra degli strumenti ( le prime tre sono gli strumenti Puntatore, Modellazione e Mano ).

Utilizzare a pieno lo strumento mano libera implica una notevole fermezza della mano , nel caso abbiate una tavoletta grafica vi risulterà molto più facile disegnare quello che avete in testa, ma nel caso del mouse è un’operazione che necessita di un po’ di pratica ed esercizio.
Noterete che una volta tracciato il disegno desiderato e rilasciando il mouse appariranno dei nodi lungo il tracciato, nei punti in cui questo cambia direzione.
Il concetto è semplice ma sperimenteremo un piccolo esercizio per mettere a fuoco meglio:

Aprire coreldraw se non l’avete già fatto e selezionate Nuova immagine dalla finestra di dialogo di apertura dell’applicazione.
Selezionate lo strumento Mano libera e tracciate un piccolo semicerchio a sul foglio di lavoro.
Dovreste trovare un disegno di questo genere (spero abbiate una mano più ferma della mia):


Come potete vedere Coreldraw inserisce automaticamente i nodi aggiuntivi del tracciato.
Se selezionate il  tracciato e vi avvicinate al nodo con il cursore , questo si trasformerà automaticamente nello strumento Modellazione e sarete liberi di modificare il tracciato partendo da ogni singolo nodo; fate degli esperimenti distorcendo il tracciato .
Per avere ancora più malleabilità nella composizione del vostro capolavoro tenete presente che una volta che il mouse si è trasformato nello strumento modellazione basta che voi facciate  doppio click  su un nodo per eliminarlo e doppio click in un punto qualsiasi del tracciato per aggiungerne uno nuovo.

A questo punto siete pronti per afforntare le curve di  Beizer.

Le curve di Beizer sono caratterizzate dalla presenza di maniglie accanto ai nodi che permetto di modificare e incurvare i nodi con una precisione straordinaria.
Se vi capiterà di lavorare in ambiente grafico scoprirete che lo strumento di Beizer è l’ottimale per vettorializzare loghi e marchi semplicemente ricalcandoli con questo strumento ad alta precisione.
Per utilizzare lo strumento Beizer dovete selezionare la bandierina presente sull’angolo dello strumento mano libera e poi selezionare la relativa icona

Cliccate in un punto qualsiasi per iniziare il tracciato , spostatevi sulla sinistra e fate un altro click ma lasciate premuto il tasto sinistro. Vedrete apparire la linea di congiunzione tra i due punti cliccati (NON RILASCIATE ANCORA IL MOUSE), ora sempre tenendo premuto il tasto sinistro spostate verso il basso il mouse.
Magia!!, eccovi le maniglie. Le maniglie possono essere allungate , accorciate spostate etc, e ad ogni spostamento della maniglia vedrete il cambiamento nel tracciato.

Come nel caso precedente avvicinandovi ad un nodo, il puntatore si trasformerà automaticamente nello strumento Modellazione, solo che in più saranno visibili le maniglie di modifica del nodo.
Per un esempio date un occhiata alla figura 3:

Accanto al nodo selezionato sono apparse le maniglie di beizer ,che ,allungate o spostate  modificano l’incurvatura del tracciato.
Ogni volta che utilizzate un nuovo strumento tenete sott’occhio la barra delle proprietà.
Nel caso delle curve di beizer noterete le seguenti opzioni presenti sulla barra:

Alcune opzioni potranno essere disabilitate , a seconda di che operazione state eseguendo.
Partendo da sinistra vediamo di fare luce in tutti questi strani simboli:
Le prime due icone svolgono un operazione che avete già imparato: aggiungono o sottraggono nodi ad un tracciato.

La terza e quarta icona serve per unire o dividere un nodo di un tracciato .Per usufruire di questa opzione basta selezionare i due nodi e premere l’icona interessata .Nel caso vogliate spezzare un tracciato cliccate nel punto desiderato e cliccate sull’icona dividi curva.
La quinta e la sesta icona servono rispettivamente per convertire un tracciato curvilineo in rettilineo e viceversa. Anche in questo caso basterà selezionare il tracciato e cliccare sull’icona interessata o fare click destro all’interno dell’oggetto selezionato e poi scegliere  A curva oppure a Linea.
La 7a ,l’8a e la 10a icona servono rispettivamente per convertire un nodo in nodo cuspide ( come spiegarvelo….il dizionario dice: punto singolare di una curva tale che i limiti delle tangenti alla curva stessa da parti opposte rispetto al punto coincidano, …), in un nodo arrotondato oppure in un nodo simmetrico.
Proseguendo sulla barra troviamo l’icona per invertire la direzione della curva,seguita dall’icona Estendi la curva a chiudere.  Quest’ ultima è utile e facile da utilizzare. Selezionate due nodi separati cliccate sull’icona ed automaticamente vedrete chiudersi il tracciato unendo i 2 nodi.
Subito dopo troviamo l’icona Estrai Sottotracciato  che viene utilizzata selezionando la parte di tracciato interessata in modo da crearne uno nuovo.
L’icona che secondo me utilizzerete di + è la Chiusura Automatica Curve, che nel caso stiate tracciando un logo o un immagine è utilissima per chiudere parti di tracciato per dividere colori particolari o gruppi di oggetti. CorelDraw riconosce automaticamente quando un tracciato può essere chiuso.

Se voi disegnate un tracciato a forma di quadrato vedrete che nel momento che vi avvicinate all’ultimo lato e che avrete la possibilità di chiudere l’oggetto il puntatore si trasformerà nel seguente modo:

La stessa operazione può essere eseguita con l’icona Chiusura Automatica Curve, selezionando l’oggetto e cliccando sulla relativa icona. CorelDraw chiuderà il tracciato trasformandolo in un oggetto a cui poi potrete applicare colorazione, effetti grafici e stili.
Le tre icone successive riguardano la modifica dei nodi, il dimensionamento dei nodi, la rotazione e l’allineamento.
La terzultima icona riguarda la modalità elastica. Questa modalità permette di modificare il tracciato spostando un singolo nodo; i restanti nodi del tracciato verranno modificati in maniera elastica a seconda dello spostamento subito dal nodo interessato.
Le ultime due icone riguardano la Selezione di tutti i nodi,  che può essere eseguita anche disegnando un rettangolo di selezione con lo strumento puntatore, ed infine potrete definire il valore  di attenuazione delle curve modificando il valore nell’ultima icona.

L’argomento dei nodi è tutt’altro che finito ma per ora sperimentate il + possibile con le nozioni che avete imparato in questa lezione e prendete molta confidenza con lo strumento Beizer dato che sarà uno degli strumenti che userete di più se vi capiterà di dover lavorare nell’ambiente della grafica pubblicitaria.

Arrivederci alla prossima lezione.

 

Torna all'indice Generale del corso di Corso di Corel Draw di Software Planet