Corso di Macromedia Flash

Creazione di un'animazione - Parte I

 

Bene ragazzi, mettiamo in pratica quanto appreso finora realizzando un breve filmato, per acquisire familiarità con le sezioni operative di Flash e imparare a creare delle animazioni.
Per creare un'animazione è sufficiente modificare il contenuto di fotogrammi in sequenza. È possibile fare muovere un oggetto attraverso lo stage, aumentarne o diminuirne le dimensioni, ruotarlo, cambiarne il colore, applicargli la dissolvenza in entrata o in uscita o cambiarne la forma. Le modifiche possono essere effettuate separatamente o in combinazione con altre. Ad esempio, è possibile fare ruotare un oggetto e applicargli la dissolvenza in entrata mentre si sposta sullo stage.
Esistono due metodi per creare una sequenza di animazione in Flash: animazione fotogramma per fotogramma e animazione interpolata.
L’animazione fotogramma per fotogramma
Nell'animazione fotogramma per fotogramma si crea l'immagine in ogni fotogramma.
Non è l’ideale, perché richiede maggior tempo e comporta una maggiore dimensione del file.
Immaginiamo di volere far muovere un oggetto sullo stage, dovremmo creare tanti fotogrammi chiave, spostando di posizione l’oggetto per ciascuno di essi, fino al raggiungimento delle posizione finale ( lo vedremo in seguito).


L’animazione interpolata
Nell'animazione interpolata si crea il fotogramma iniziale e finale, mentre quelli intermedi vengono creati da Flash. Flash varia le dimensioni, la rotazione, il colore o altri attributi dell'oggetto in modo uniforme tra il fotogramma iniziale e quello finale per creare un movimento apparente.
Molto semplice e rapida, l'animazione interpolata è ideale, perché contiene la dimensione del file.

Tipi di interpolazione: Interpolazione movimento
Flash può creare due tipi di animazione interpolata: l’interpolazione movimento e l’interpolazione forma. Nell'interpolazione movimento si definiscono proprietà quali la posizione, le dimensioni e la rotazione di un'istanza, un gruppo o un blocco di testo in un momento specifico, quindi si cambiano queste proprietà in un altro momento specifico.

Interpolazione movimento con guida
Quando si vuole che l’oggetto, nel movimento, segua un determinato percorso sullo stage si può inserire un livello guida dell’interpolazione nel quale si disegnerà il tracciato che l’oggetto deve seguire.

I livelli guida di movimento consentono di disegnare tracciati lungo i quali è possibile animare istanze, gruppi o blocchi di testo interpolati. È possibile collegare più livelli a un livello guida di movimento per far seguire lo stesso tracciato a più oggetti.
L’interpolazione forma
Nell'interpolazione forma si disegna una forma in un determinato momento, quindi la si cambia o se ne disegna un'altra in un altro momento specifico. Flash interpola i valori o le forme per i fotogrammi intermedi, creando così l'animazione e dando l'impressione della trasformazione di una forma in un'altra. Flash può anche interpolare la posizione, le dimensioni e il colore delle forme.
Flash non può interpolare la forma di gruppi, simboli, blocchi di testo o immagini bitmap. Per applicare l’interpolazione forma a questi elementi, occorre separarli selezionando Elabora > Dividi .
Premesso questo, proviamo un po’ a metterlo in pratica: vi accorgerete di quanto sia semplice.
Analisi del file fla allegato
Nel file allegato, troverete esempi di animazioni realizzate fotogramma per fotogramma, mediante interpolazione movimento, forma e movimento con guida.

Esempio animazione fotogramma per fotogramma
Questo esempio è contenuto nel primo livello. Proviamo a riprodurlo insieme
All’apertura di flash, dovremo innanzitutto definire le proprietà del filmato, così come spiegato nella lezione precedente. Sono certa che lo ricordiate, in ogni caso selezioniamo Elabora > Filmato e nella finestra apparsa impostate la frequenza (12 f/s è sufficiente), le dimensioni dello stage e il colore.

Fatto questo, Flash ha già creato il primo livello e il primo fotogramma chiave vuoto in corrispondenza del fotogramma n°1. Noi lo riempiremo disegnando un quadrato.

Perciò, nella casella degli Strumenti selezioniamo lo strumento Rettangolo, nella sezione Colori sceglieremo il colore di riempimento


Sullo stage teniamo premuto il tasto destro del mouse e trasciniamo per disegnare un quadrato.
Se vogliamo attribuire all’oggetto, in questo caso il quadrato, dimensioni e posizione particolari apriremo il pannello informazioni: possiamo selezionarlo dal menu Finestra, dopo aver selezionato il quadrato, o ciccando con il tasto destro sull’oggetto e selezionando Pannelli>Informazioni.

Ora ci sposteremo sul secondo fotogramma, cliccheremo su di esso con il tasto destro e selezioneremo “Inserisci fotogramma chiave”. Flash provvederà a copiare il fotogramma precedente, ma poiché vogliamo dare al quadrato un movimento lo sposteremo trascinandolo sullo stage. Ripetiamo l’operazione per il terzo fotogramma e per quelli successivi fino al raggiungimento della posizione finale che il quadrato dovrà assumere.

 

Torna all'indice Generale del corso di Corso di Macromedia Flash di Software Planet