Borland C++ Builder

Introduzione

 

Introduzione

La programmazione in ambiente Windows presenta due caratteristiche che la differenziano di molto dalla precedente programmazione in ambiente DOS:

- interfaccia utente di tipo grafico, tecnicamente detta GUI (Graphical User Interface);

- programmazione ad eventi (event driving programming).


- La prima caratteristica è la più evidente: in ambiente Windows si dà molto peso allo sviluppo dell’interfaccia utente, che deve essere di immediata comprensione e quindi la più “user friendly” possibile.
È prevista la presenza di elementi grafici quali finestre, icone, menu, bottoni, barre di scorrimento, list box, ecc., il tutto facilmente accessibile tramite mouse; tutto ciò non era previsto sotto DOS, nato per operare principalmente in modo testo.

A dire il vero era possibile utilizzare il DOS in modo grafico, anche se con capacità limitate (risoluzione massima di 640x480 pixel con 16 colori disponibili); la mole di lavoro richiesta per ottenere una GUI di buon livello scongiurava però qualsiasi tentativo di realizzare interfacce grafiche da parte del programmatore non professionista.

Per disporre delle funzioni grafiche proprie di Windows occorre che l’IDE (Integrated Developement Environment = ambiente di sviluppo integrato, cioè un software che mette a disposizione diversi strumenti in uno, in particolare quelli che consentono di scrivere il sorgente del programma, di compilarlo, di eseguirlo, di “debuggarlo”) del programma di sviluppo preveda funziona­lità RAD (Rapid Application Developement = sviluppo rapido di applicazioni).

Un ambiente di sviluppo RAD permette di creare un’applicazione in maniera visuale, disegnando l’interfaccia dell’applicazione (il form) tramite “drag and drop” a colpi di mouse e aggiungendo le funzionalità desiderate (i componenti) “incollandole” all’applicativo dopo averle attinte da un contenitore (la component palette).


- La seconda caratteristica è meno evidente: il modo in cui il programma viene eseguito non è lineare come avveniva in DOS, ma segue un flusso che dipende dal verificarsi o meno di eventi.

Eventi
Un evento è un particolare segnale emesso dal sistema operativo al verifi­carsi di una condizione esterna o interna al computer.

Sono eventi esterni la pressione di un bottone del mouse, il movimento del mouse, la pressione di un tasto della tastiera, la ricezione di dati sulla porta seriale, ecc; un evento interno potrebbe essere il segnale del timer interno del computer, un errore di memoria, ecc.

Un evento può essere igno­rato dalle applicazioni, e in questo caso sarà gestito unicamente dal sistema operativo; può anche essere cattu­rato da una applicazione specifica o da tutte le applicazioni, determinando l’esecuzione di codice.

 

Torna all'indice Generale del corso di Borland C++ Builder di Software Planet