Corso di DirectX

Gli strumenti necessari

 

Cosa occorre conoscere

Questo non è un corso di programmazione, è un corso per imparare una libreria. Quindi devo supporre che sappiate già programmare.
Le librerie DirectX possono essere sfruttate, generalmente, usando due linguaggi: il Visual Basic e il C++. Dato che non conosco il Visual Basic, userò esclusivamente il C++. Come compilatore di riferimento adotterò il Visual C++ della Microsoft, versione 5. Potete usare tranquillamente una versione più recente, se l’avete, oppure un compilatore diverso. In quest’ultimo caso, però, non posso dare garanzie.

Occorre in definitiva che abbiate almeno una certa familiarità col C++ e la programmazione a oggetti. Visto che le DirectX sono per ora un’esclusiva di Windows, serviranno anche un paio di nozioni su come aprire una finestra e come rispondere ai messaggi che arrivano alla vostra applicazione.
Gli ultimi punti (windows-specifici) sono meno importanti, perché vi basterà fare un copia&incolla del mio codice e poi, con comodo, andrete ad approfondirvi gli aspetti che non conoscete e che vi incuriosiscono.

Inoltre, quando arriveremo alla grafica 3D, vi serviranno alcune basi matematiche di calcolo di vettori e matrici. Non importa aver dato esami universitari, e nelle mie lezioni darò qualche accenno di teoria, ma occorre almeno sapere che cos’è un vettore, cos’è una matrice e un’idea del loro funzionamento. Anche la trigonometria (seni e coseni) sarà utile, nonché altre piccolezze informatiche come per esempio il formato RGBA.

Se conoscete già il Visual Basic e non volete impelagarvi nell’apprendimento del C++ (che non è da prendere alla leggera), credo che possiate comunque seguire il corso: entrambi i linguaggi sono ad oggetti, e la sintassi per le librerie DirectX non può che essere molto simile. Di conseguenza, non dovreste avere troppe difficoltà a tradurre le routines DirectX da un linguaggio all’altro, specie se avete un’infarinatura di C o C++. Per quelle più dipendenti dal linguaggio (apertura di finestre, loop di messaggi) dovrete fare da voi :-)

Veniamo adesso alla nota dolente: dobbiamo scaricare l’SDK (Software Developer Kit), cioè tutto l’insieme di documenti, programmi di esempio, librerie varie che compongono la versione per sviluppatori delle DirectX. Il download completo sono... 148 MBytes! (se per caso stavate pensando di prendere l’ADSL, avete un motivo in più). L'indirizzo da cui partire è http://msdn.microsoft.com/directx . Da lì potete scaricare l’SDK completo, oppure una qualche versione parziale. In alternativa, potete farvi spedire a casa un CD-Rom per $12.15 (circa 25.000 lire). Sul CD si trova lo stesso SDK che scaricate dalla pagina web.
Se volete risparmiare tempo, potete scaricare solo una parte dell’SDK. Cercate il link “DirectX 8.0 Partial SDK” nel frame di sinistra, e approderete ad una pagina con le varie parti dell'SDK messe in files separati.

Sono obbligatorie:

- il Developer Runtime (55MB), cioè le librerie vere e proprie, in doppia versione per sviluppatori e utenti
- il C++ SDK (45 MB), che comprende il necessario per compilare i sorgenti C++ e i programmi di esempio.
- la documentazione DirectX per il C++ (7MB)

le altre sono opzionali. Ma come vedete abbiamo già superato i 100MB!

Se volete, potete mettervi a cercare una versione precedente delle librerie DirectX, visto che le dimensioni dei loro SDK sono notevolmente inferiori. Ma ve lo sconsiglio, perché la versione 8 segna un grosso cambiamento rispetto alle altre, e potreste avere delle difficoltà a seguire il corso.

 

Torna all'indice Generale del corso di Corso di DirectX di Software Planet