Corso di Visual Basic

L'ambiente di lavoro

 

Eccoci alla seconda lezione del corso di VB. Dopo aver appreso i primi concetti teorici, passiamo alla conoscenza dell'ambiente, della metodologia di lavoro e delle varie parti che compongono il progetto.

Come si sviluppa un progetto
La prima fase di un progetto VB (naturalmente dopo aver fatto un'accurata analisi dei risultati che si vogliono ottenere) è la creazione delle maschere, alle quali andranno poi aggiunte le caselle per l'inserimento del testo, i bottoni ecc. (in generale inserimento dei "controlli"). Successivamente occorrerà aggiungere il codice per "insegnare" ad ogni pulsante cosa deve fare, per stabilire cosa deve "succedere" quando scatta un determinato evento e così via.
Finita questa fase si procederà alla creazione dell'eseguibile e poi del pacchetto di installazione.

Come è fatto un progetto
Un classico progetto Visual Basic è costituito da:
Forms (file .FRM): finestre utilizzate per creare l’interfaccia utente
Controlli: oggetti grafici inseriti sulle finestre che permettono l’iterazione con l’utente (caselle di testo, etichette ecc.)
Proprietà:  ogni caratteristica di una form o di un controllo e specificata da una proprietà, esempi di proprietà sono il nome, le dimensioni, il colore, la posizione…
Metodi: procedure che fanno parte di un oggetto e possono essere invocate per eseguire una determinata azione.
Procedure evento: parte di codice (istruzioni) che vengono invocate automaticamente quando scatta un determinato evento.
Procedure generali: codice non legato a nessun oggetto, deve essere richiamato da un’altra istruzione.
Moduli (file .BAS) - collezione di procedure generali, variabili e costanti usate nell’applicazione
Classi (file .CLS) - parte di codice che racchiude la definizione di oggetti, di suo metodi e proprietà.

Operatività
Nell'ambiente di lavoro di Visual Basic si opera in 3 modi:
Design (progettazione): quando si sta costruendo l’applicazione
Run (esecuzione): quando si sta eseguendo l’applicazione (dall'ambiente di lavoro, non da eseguibile già creato!)
Break: in fase di debug (controllo passo passo) dell’applicazione ossia quando si vogliono testare errori e comportamento di istruzioni.


L’ambiente
Proviamo ad avviare Visual Basic per la prima volta, ossia dal menù "Start" di Windows  cerchiamo la voce "Microsoft Visual Basic 6.0" e lanciamola.
La prima cosa che ci viene chiesta è di scegliere se aprire un progetto già esistente o di crearne uno nuovo.
Ma se volessimo crearlo nuovo che tipo di progetto dobbiamo scegliere?
Per il momento scegliamo "EXE Standard", nelle future lezioni ci soffermeremo sugli altri.

A questo punto ci troviamo nell'ambiente di lavoro vero e proprio; appaiono 6 finestre:
la finestra principale (quella contenente tutte le altre, i menù, la toolbar ecc.)
la finestra della form (quella contenente la prima maschera)
la casella degli strumenti (che permette di selezionare controlli ed aggiungerli alla form)
la finestra delle proprietà (nella quale si possono impostare le proprietà della form e degli elementi contenuti in essa)
la finestra del progetto (dove sono elencati tutti i componenti del progetto).

In automatico è già stata creata una prima finestra vuota denominata "Form1" che in seguito proveremo a personalizzare.
Ma dov'è la finestra del codice? Ossia, dove andiamo ad inserire le istruzioni in BASIC?

Facendo doppio click in un'area qualsiasi della finestra o premendo l’apposito pulsante "Visualizza Codice" nella finestra del progetto si aprirà un'altra finestra, ossia l'editor.

L’editor del codice
Vedremo che scrivere codice Visual Basic è facile: vengono proposti in automatico proprietà e metodi  di oggetti (AUTOLIST), viene visualizzata la sintassi di procedure e funzioni (AUTOQUICK), le parole riservate al linguaggio vengono automaticamente visualizzate in blu e i nomi di variabili già dichiarate vengono visualizzate come scritte nella dichiarazione (ad es. se dichiariamo una variabile con la prima lettera maiuscola Pippo e poi la riscriviamo più sotto come pippo, ci verrà convertita automaticamente in Pippo).

Ed anche per questa lezione è tutto! Alla prossima, dove inizieremo a costruire la nostra prima finestra.

 

Torna all'indice Generale del corso di Corso di Visual Basic di Software Planet