Cerca all'interno del corso
Ricevi un consiglio a settimana !!

Corso di C con Linux

Codifica dei caratteri
Lezione 29
Parte 2 di 3

 

Vedi anche i corsi correlati:


Partner:


 

Diversi sono stati i tentativi di risolvere questo problema.
Attualmente tutti fanno uso dell'ottavo bit non usato dai codici ASCII (il più significativo), cosicché l’intero set di caratteri rappresentabili è esteso a 256, di cui la prima metà (da 0 a 127) è costituita dai codici ASCII originari.
Quello più largamente utilizzato è il set di caratteri ‘Latin-1’ (o più formalmente ISO 8859-1), che è il set di caratteri predefinito per Linux, HTML e X.
Per visualizzare la mappa dei caratteri Latin-1, potete riferirvi alla corrispondente pagina del manuale Linux scrivendo al prompt il comando:

man 7 iso_8859_1

Microsoft Windows usa una versione mutante di Latin-1, che aggiunge alcuni caratteri come le virgolette destre e sinistre, in posizioni lasciate libere da Latin-1 per ragioni storiche (per una resoconto severo dei problemi che ciò ha provocato, vedere la pagina cliccando qui).
Latin-1 gestisce le principali lingue europee, tra cui inglese, francese, tedesco, spagnolo, italiano, olandese, norvegese, svedese e danese.
Tuttavia non è ancora sufficiente, per cui esistono altre serie di set di caratteri da Latin-2 a Latin-9, per rappresentare il greco, l'arabo, l'ebraico e il serbo-croato (chi è interessato può trovare maggiori dettagli alla pagina ISO alphabet soup ).

 


   
Home Page

A Cura di Angelo Carpenzano (©)

Scarica questa lezione: Clicca qui per scaricare la lezione


 

Segnala questa lezione ad un amico!
Nome Amico:
eMail Amico:
Tuo Nome:
Regalagli anche la Newsletter di questo corso!