Cerca all'interno del corso
Ricevi un trucco a settimana !!

Corso di Sistemi Operativi

Tipologie di sistemi operativi.
Lezione 17
Parte 1 di 3

 

Vedi anche i corsi correlati:


Partner:


 

Abbiamo visto, nelle scorse lezioni, come i progressi tecnologici compiuti in pochi anni e l’esperienza maturata nel campo della progettazione e realizzazione di sistemi operativi, abbiano alimentato le speranze degli utenti di poter usufruire dei calcolatori nei campi più disparati, dalle prime applicazioni scientifiche fino ai più banali usi domestici dei nostri giorni.

Parallelamente a tale evoluzione, l’ultima metà del XX secolo ha visto nascere, crescere e diffondersi il concetto di rete di calcolatori, ossia un insieme più o meno popolato di calcolatori digitali connessi tra loro in modo da poter comunicare e scambiarsi informazioni.
Nel corso di qualche decennio, quindi, i sistemi informatici sono stati utilizzati prima per calcolare, poi per memorizzare e ordinare grandi quantità di informazioni, infine per comunicare: in uno scenario di questo tipo, non può mancare un naturale polimorfismo dei sistemi operativi, dei quali è possibile fare una classificazione in relazione alle caratteristiche di base che li contraddistinguono per funzionalità ed uso.
Possiamo parlare di:

 - sistemi centralizzati;
 - sistemi paralleli;
 - sistemi di rete;
 - sistemi distribuiti;
 - sistemi real-time.

Un sistema operativo centralizzato è una delle forme più comuni e tradizionali dei sistemi di gestione di un personal computer; i più diffusi sistemi centralizzati lavorano su macchine con un solo processore, una sola memoria, uno o più hard disk e svariati dispositivi di I/O (monitor video, stampante, etc.).

 


   
Home Page

A Cura di Angelo Carpenzano (©)

Scarica questa lezione: Clicca qui per scaricare la lezione


 

Segnala questa lezione ad un amico!
Nome Amico:
eMail Amico:
Tuo Nome:
Regalagli anche la Newsletter di questo corso!