Cerca all'interno del corso
Ricevi un trucco a settimana !!

Corso di Sistemi Operativi

Modelli di sistemi operativi - Parte I
Lezione 18
Parte 2 di 3

 

Vedi anche i corsi correlati:


Partner:


 

A partire da questa lezione vedremo un insieme eterogeneo di modelli implementativi per i sistemi operativi, che possiamo riassumere nelle seguenti categorie:
1) modelli monolitici;
2) modelli a strati;
3) modelli a microkernel;
4) modelli a macchine virtuali.

Di questi esamineremo le differenze secondo quattro aspetti:
- modularità
- portabilità
- protezione
- efficienza

La modularità è la possibilità di progettare e verificare i moduli del sistema indipendentemente gli uni dagli altri, con vantaggi in termini di flessibiltà e brevità dei tempi di realizzazione.
La portabilità è la possibilità di implementare le politiche attuate dal sistema indipendentemente dalla piattaforma sul quale viene realizzato.
La protezione è la capacità del sistema di controllare gli accessi alle risorse, al fine di garantire la non interferenza e l’equità nel loro utilizzo.
L’efficienza è la capacità di ottimizzare l’utilizzo delle risorse del sistema, al fine di migliorare le prestazioni globali (tempo di risposta, throughput, banda di elaborazione, etc.).
Talvolta qualcuno di questi aspetti può entrare in conflitto con gli altri e il compito di valutare quale sia la caratteristica da preferire in una certa condizione può essere arduo e, in genere, non conduce ad un giudizio generalizzabile.

 


   
Home Page

A Cura di Angelo Carpenzano (©)

Scarica questa lezione: Clicca qui per scaricare la lezione


 

Segnala questa lezione ad un amico!
Nome Amico:
eMail Amico:
Tuo Nome:
Regalagli anche la Newsletter di questo corso!