Cerca all'interno del corso
Ricevi trucchi su PHP ogni settimana !!

Corso di PHP

Le variabili di nome variabile e le interazioni con l'esterno
Lezione 19
Parte 2 di 3

 

Vedi anche i corsi correlati:


Partner:


 

Sebbene le variabili di nome variabile aumentino la flessibilità del linguaggio e la scrivibilità  dei programmi, il loro uso può produrre effetti dannosi per la leggibilità; ne sconsigliamo quindi l’uso in tutti i casi in cui si prevede un frequente aggiornamento del codice o quando questo fa parte di un più ampio progetto sviluppato in equipe.

Altro effetto collaterale derivante dall’uso di questa sintassi ha luogo quando si tratta con vettori. Infatti una variabile del tipo:

$$var[1]

provoca una indeterminatezza in quanto il parser non può sapere se ci si riferisce ad una variabile avente come nome il primo elemento del vettore $var[ ], oppure si sta indirizzando il primo elemento del vettore $$var[ ].
Per risolvere questa ambiguità si fa uso di una sintassi particolare adoperante le parentesi graffe ({ e }).
Nel nostro esempio si utilizza il comando

${$var[1]}

nel primo caso, mentre nel secondo

{$$var[1]}

risulta la sintassi corretta.


Le interazione con l’esterno
Negli esempi visti finora si sono utilizzate variabili i cui valori venivano assegnati all’interno degli script stessi. Un linguaggio di programmazione che non permettesse l’assegnazione di valori provenienti dall’ambiente esterno risulterebbe poco utile. Non è questo il caso di PHP come dimostrano i milioni di siti del mondo che ormai ne fanno uso.

Per PHP l’ambiente esterno è una pagina HTML e quindi le sue variabili provengono dalle form attraverso i classici metodi POST e GET.

 


   
Home Page

A Cura di Sandro Spadaro (©)

Scarica questa lezione: Clicca qui per scaricare la lezione


 

Segnala questa lezione ad un amico!
Nome Amico:
eMail Amico:
Tuo Nome:
Regalagli anche la Newsletter di questo corso!